Home / Servizi Tematici e Progetti / Sportello Orient_Abile / HCP Home care premium

HCP Home care premium

PROGETTO HOME CARE PREMIUM

Che cos'è?

L'inps (Istituto nazionale di previdenza sociale) ha istituito il programma Home Care Premium (HCP) finalizzato alla cura, a domicilio, delle persone non autosufficienti attraverso prestazioni:

  • prevalenti: contributo erogato per il rimborso delle spese sostenute per l'assunzione di un assistente familiare;
  • integrative: servizi accessori e aggiuntivi professionali (psicologo, fisioterapista , logopedista etc) e di assistenza domiciliare qualificata e fornitura di supporti.

A tal fine, riconosce interventi e azioni di aiuto e supporto per favorire il mantenimento e/o il recupero delle autonomie personali e garantire adeguate condizioni di vita . Intende favorire la permanenza nel proprio contesto di vita alleggerendo il carico assistenziale familiare.

Quando scade il bando?

Il bando in corso (edizione HCP 2017) ha una durata di 18 mesi, a decorrere dal 1° Luglio 2017 fino al 31 Dicembre 2018, salvo proroghe previste dall'Inps.

A chi è rivolto?

Il progetto è rivolto ai dipendenti e ai pensionati pubblici non autosufficienti e/o anche ai loro:

- coniugi o conviventi ex legge n 76/2016
- parenti di primo grado(padre, madre, figlio e figlia)
- affini di primo grado anche non conviventi (suocero/a e genero e nuora, figlio/a del coniuge)

Il progetto è rivolto ai/le cittadini/e in possesso del riconoscimento delle condizioni di disabilità previste dal bando all'

art.3.pdf 313,37 kB

.

È possibile che all'interno dello stesso nucleo vi siano più beneficiari, questo comporterà una rimodulazione dell'importo del finanziamento, come specificato all'

art. 9.pdf 186,51 kB

.

Quando presentare domanda?

I/Le cittadini/e in possesso dei requisiti possono presentare domanda in qualsiasi momento . Le domande presentate entro il 20esimo giorno di ogni mese comporteranno l'aggiornamento della graduatoria riferita al mese successivo .

Come accedere al programma?

È necessario che il/la richiedente ( anche diverso dal beneficiario) individuato tra i soggetti elencati all'

art.2.pdf 141,48 kB

sia in possesso del pin dispositivo individuale . Il pin può essere richiesto agli sportelli delle sedi Inps o attraverso la procedura guidata online (come richiedere il pin)

I/Le cittadini/e possono presentare la domanda esclusivamente on-line (manuale compilazione domanda) accedendo alla propria area riservata sul sito web dell'Inps (autenticazione area personale INPS).

Inoltre:

  • il/la beneficiario/a o il/la richiedente deve accertarsi di essere iscritto alla banca dati dell'Inps. I soggetti non iscritti dovranno presentare domanda compilando l'apposito modulo, presentandolo direttamente alla sede provinciale Inps o trasmettendolo via pec, posta elettronica, fax o raccomandata con ricevuta di ritorno.
  • presentare la dichiarazione sostitutiva unica (DSU) per la determinazione dell'Isee socio-sanitario o dell'Isee minorenni.

La domanda presentata consente l'accesso sia alle prestazioni prevalenti che alle prestazioni integrative. L'interessato/a può decidere di usufruire di entrambe le prestazioni (qualora ne avesse diritto) o in alternativa rinunciare liberamente ad una di esse.

In caso di particolari difficoltà nella compilazione della domanda il/la richiedente potrà rivolgersi agli operatori dello sportello in via Zara n°2; numero centralino 079279537.

Com'è gestita la graduatoria?

La graduatoria comprende 30.000 posti a livello nazionale. Le nuove domande accolte comporteranno l'aggiornamento mensile sia della graduatoria degli idonei che della graduatoria dei vincitori. A quest'ultima si accede in caso di disponibilità di posti.

La posizione in graduatoria è determinata sia dal grado di disabilità (gravissima/grave/media) che dal valore dell' isee socio-sanitario. (elenco graduatorie)

 

Come viene calcolato il finanziamento? Quali sono i criteri valutativi?

Prestazioni prevalenti: l'importo del finanziamento viene calcolato tenendo conto del grado di disabilità e del valore dell'isee . L'importo del finanziamento assegnato viene decurtato di eventuali indennità e/o provvidenza economica percepite, anche in base al numero dei beneficiari per nucleo familiare.

art. 9.pdf 186,51 kB

Prestazioni integrative: l'importo del finanziamento viene calcolato in base alla valutazione del bisogno socio-assistenziale effettuata dall'assistente sociale. A ciascun soggetto valutato viene attribuito un punteggio che sintetizza lo stato di bisogno assistenziale. I punteggi sono raggruppati in tre fasce che unitamente al valore isee concorrono alla determinazione del budget. N.B: Non è prevista la contribuzione da parte del/la beneficiario/a. Tuttavia, se il costo della prestazione (sia integrativa che prevalente) supera il contributo massimo assegnato, il/la beneficiario/a dovrà farsi carico dell'eventuale eccedenza.

Quali sono gli interventi ammissibili?

Per le prestazioni prevalenti è previsto:
- assistenza personale e/o domiciliare attraverso l'assunzione di un'assistente familiare con contratto di lavoro domestico secondo quanto previsto dal relativo CCNL

Per le prestazioni integrative è previsto:
- assistenza personale e/o domiciliare svolta da operatori socio-sanitari o educatori professionali
- accoglienza in centri e strutture a carattere extra domiciliare
- servizi professionali domiciliari resi da psicologi, fisioterapisti e logopedisti
- servizi di trasporto
- acquisto di supporti
- servizi per minori affetti da autismo
- attività sportive rivolte ai diversamente abili
- percorsi di integrazione scolastica

Per maggiori dettagli consultare l'

art. 18.pdf 198,00 kB

Com'è gestito il finanziamento?

Sono previste due modalità di gestione:

Prestazioni prevalenti: il/la beneficiario/a del finanziamento provvede direttamente all'assunzione dell'assistente familiare individuato secondo il CCNL. Ad avvenuta assunzione deve comunicare la registrazione del contratto di lavoro accedendo alla piattaforma on line attraverso la propria area riservata
Per maggiori dettagli consultare l'

artt. 10-11.pdf 161,00 kB

Il contributo mensile della prestazione prevalente viene accreditato esclusivamente sull' iban intestato o cointestato al/la beneficiario/a.

N.B. La gestione del progetto non può essere affidata ai parenti conviventi né a quelli indicati all’art. 433 del Codice Civile, salvo particolari eccezioni disposte dall'Inps.

Prestazioni integrative: il/la beneficiario/a individua liberamente il professionista o il fornitore al quale rivolgersi e delega il Comune di Sassari al pagamento del/la servizio /prestazione. Il solo servizio di assistenza domiciliare viene erogato esclusivamente attraverso la scelta di uno dei fornitori accreditati dal Plus di Sassari.

MODULISTICA