Home / Servizi Tematici e Progetti / Sportello Orient_Abile / Piani personalizzati L.162/98

Piani personalizzati L.162/98

PIANI PERSONALIZZATI LEGGE 162/98

 

Che cos'è?
La legge 162/98 (link) istituisce il Programma “Piani Personalizzati di sostegno in favore delle persone con grave disabilità”. Grazie a questa norma, la Regione Sardegna riconosce un finanziamento destinato a interventi e azioni personalizzate di aiuto e sostegno alla persona con disabilità grave di cui art.3, comma 3 della legge 104/92 (link), favorendone la permanenza nel proprio contesto di vita e l'alleggerimento del carico assistenziale familiare. Il finanziamento è finalizzato, inoltre, a consentire il mantenimento e/o il recupero delle autonomie personali ed a garantire adeguate condizioni di vita.

Il Comune gestisce il programma attraverso l'elaborazione dei piani personalizzati e la realizzazione degli interventi finanziati dalla Regione.

 

A chi è rivolto?
Il servizio è rivolto alle cittadine e ai cittadini, adulti e minori disabili e anziani ultrasessantacinquenni in possesso del riconoscimento della condizione di handicap grave di cui all'art. 3, comma 3 della legge 104/92.
Non possono accedere agli interventi previsti dal programma L.162/98 coloro che risultano beneficiari/ie dei progetti “Ritornare a casa”.

 

Quando presentare la domanda?
I/Le cittadini/e in possesso dei requisiti possono presentare domanda secondo i tempi e le modalità stabilite dal Comune, sulla base delle disposizioni della Regione Sardegna. Il Comune di Sassari provvede a darne tempestiva comunicazione nel sito istituzionale e attraverso tutti i canali mediatici.

Come accedere al servizio?
I/Le cittadini/e possono inoltrare domanda tramite indirizzo di posta elettronica certificata pec protocollo@pec.comune.sassari.it o presentandosi nella sede del servizio sociale territoriale di appartenenza esclusivamente secondo i tempi previsti e presentando la documentazione indicata nell'avviso.

Come viene calcolato il finanziamento?
Il finanziamento assegnato viene calcolato sulla base dei criteri e dei punteggi previsti dalla Regione, rispetto alla condizione sociale, sanitaria ed economica della persona con disabilità.
Non è prevista la contribuzione da parte dei/delle beneficiari/e.

 

Quali sono gli interventi ammissibili?

Per le persone con meno di 65 anni:

a) servizio educativo
b) assistenza personale e/o domiciliare
c) accoglienza nei centri diurni autorizzati e centri diurni integrati limitatamente al pagamento della quota sociale.
d) soggiorno per non più di 30 giorni nell’arco di un anno nelle strutture autorizzate o nelle residenze sanitarie assistenziali autorizzate, limitatamente al pagamento della quota sociale.
e) attività sportiva e/o di socializzazione

Per persone che superano i 65 anni:

a) assistenza personale e/o domiciliare
b) accoglienza nei centri diurni autorizzati centri diurni integrati limitatamente al pagamento della quota sociale
c) soggiorno per non più di 30 giorni nell’arco di un anno presso strutture autorizzate nelle residenze sanitarie assistenziali autorizzate, limitatamente al pagamento della quota sociale.

Come può essere gestito il piano personalizzato?
Sono previste due modalità di gestione:
- Assistenza diretta: gli interventi vengono realizzati da uno dei fornitori accreditati con il Comune di Sassari scelto dal/la beneficiario/a (link servizi accreditamento);
- Assistenza indiretta: il/la beneficiario/a del finanziamento provvede all'assunzione dell'operatore individuato secondo CCNL e/o dà incarico a una cooperativa o altro soggetto previsto.

La gestione del progetto non può essere affidata ai parenti conviventi né a quelli indicati all’art. 433 del Codice Civile