Home / Settori / Corpo di Polizia Municipale / Notizie Polizia Municipale / Dicembre 2016 / Missione ad Amatrice - Giorno 100°

Missione ad Amatrice - Giorno 100°

Mercoledì 28 dicembre 2016

È il centesimo giorno di servizio volontario ad Amatrice per il personale della Polizia Locale di Sassari. Siamo presenti nelle zone colpite dal terremoto del 24 agosto ininterrottamente dal 20 settembre. In oltre tre mesi si sono alternate quattordici squadre ed una cinquantina fra agenti ed ufficiali.

La giornata inizia come sempre con la sveglia alle cinque del mattino, dopo una colazione veloce, ma con un'ottima fetta di torta alla ricotta offertaci gentilmente da Maria Pia titolare dell'agriturismo “Il Casale” di Posta, partiamo in direzione di Amatrice per dare il cambio alla Polizia stradale presso il caseificio di Sommati. Notiamo che oggi è una giornata leggermente meno fredda rispetto agli altri giorni anche perché abbiamo poco ghiaccio sul parabrezza del veicolo di servizio ed il termometro segna lo Zero.

Arrivati sul posto scambiamo il buongiorno e qualche piccola battuta con i colleghi della stradale e iniziamo il nostro turno di servizio. Alle 7.30 puntuali arrivano quattro camion in fila, per caricare le macerie degli edifici crollati a seguito delle scosse di terremoto. I lavori di carico ed il via vai degli stessi ci accompagnerà per l'intero servizio.

Immancabile e puntuale come sempre registriamo la presenza del nostro, oramai inseparabile, amico a quattro zampe, che titubante come ogni mattina rimane prima lontano, ma poi dopo qualche minuto, inizia a correre verso di noi in attesa di carezze e di cibo.

Arriva il contingente di Roma capitale insieme al proprio coordinatore del gruppo di Amatrice, si fermano ci salutano e chiedono come ogni mattina se abbiamo necessità di fare una pausa, persone stupende e veramente professionali.

Concluso il servizio ci rechiamo a pranzo col Comandante Gianfranco, e nel pomeriggio ci rechiamo nelle frazioni di Amatrice per parlare con le persone, donare ulteriori generi alimentari e di vestiario per bambini cercando di portare anche un po' di conforto e facendo un po' di compagnia alle persone più anziane.

Concludiamo l'impegnativa giornata di lavoro davanti a un buon caffè gentilmente offerto e davanti ad un un falò acceso come fonte di calore.