Home / Settori / Corpo di Polizia Municipale / Notizie Polizia Municipale / Settembre 2012 / MISSIONE IN EMILIA - 1° giorno

MISSIONE IN EMILIA - 1° giorno

Sbarco a Genova ed arrivo a Mirandola.

All'arrivo in territorio emiliano i colleghi ci hanno fatto pervenire il resoconto della prima giornata di missione nei territori colpiti dal terremoto nel maggio scorso.

 

Ore 9.00-13.00 SBARCO A GENOVA E ARRIVO A MIRANDOLA. Briefing operativo con i colleghi dei Corpi di polizia locale di Torino e dell'Unione dei Comuni Modenesi nel quale sono state illustrate le caratteristiche dei territori colpiti, le principali necessità e i successivi compiti di servizio.

 

Ore 14.00 PRANZO nella mensa da campo della Croce Rossa in una tenso-struttura affollatissima di civili e personale di servizio; a seguire allestimento della tenda messa a disposizione presso il campo del Ministero dell'Interno con qualche materasso e cuscino di fortuna. Temperatura di ca. 25° C con elevato tasso di umidità. Bagni e docce in piccoli moduli prefabbricati distanti 400 metri dietro una scuola.

 

Ore 16.00 SALUTO del Comandante Valentini di Mirandola, il quale illustra lo stato di avanzamento degli interventi di soccorso e di ricostruzione e ringrazia per il contributo importante dato anche in precedenza dai colleghi dei corpi di Polizia locale di tutta Italia. I campi dei terremotati allo stato attuale risultano costituiti da un 80% di stranieri e da un 20% di popolazione locale. C'è gente che ha perso tutto...! Molti hanno la casa inagibile, a tanti verrà demolita.

 

Dalle ore 18.00 VIGILANZA DEL CENTRO STORICO DI MIRANDOLA per prendere confidenza con il territorio. Crepe nei Muri, desolazione, tetti crollati, la bella chiesa tenuta in piedi per i muri perimetrali dalle puntellature realizzate ad arte dai Vigili del Fuoco. All'interno di alcuni bar paste ancora esposte e tazzine di caffè sui banconi; anche se in generale si ricostruisce alla svelta tutto è fermo ai giorni della tragedia!