Missione ad Amatrice - Giorno 99°

Martedì 27 dicembre 2016

Come ogni mattina la sveglia suona alle 5 in modo da arrivare puntuali al cambio con la Polizia stradale, che infatti avviene alle 6.12, con tanto di complimenti per l'anticipo sull'orario del turno. Ci salutiamo e prendiamo servizio. Notiamo subito che la festa del Natale è passata e che si ritorna alla quotidianità lavorativa: il caseificio è in funzione, i camion del latte scaricano il loro contenuto.

Inizia ad albeggiare, sicuramente tra breve arriverà il nostro amico cane che come ogni mattina riesce a mettere qualcosa tra i denti. Puntualmente si presenta la nostra amica Monica con il caffè caldo in mano, ed anche il cane. Iniziano a vedersi i camion per la raccolta delle macerie destinate alla discarica.

Alle 8.07, mentre stiamo chiacchierando, sentiamo un forte boato provenire dalle montagne. Un rumore strano … non capiamo, ma realizziamo che si tratta di una scossa di terremoto, di cui abbiamo conferma tramite un'applicazione scaricata nel nostro cellulare.

Il servizio all'incrocio termina con l'arrivo del cambio dei colleghi di Roma capitale. Ci dirigiamo verso Sommati per rifornire il nostro veicolo. Insieme al Comandante Gianfranco si va a pranzo tutti insieme a “La valle” e si pianificano i servizi del pomeriggio che prevedono, oltre alla consegna dei consueti generi di prima necessità, anche alcune stufe a persone che stanno risentendo del freddo, anche in previsione di un brusco calo delle temperature e della prevista nevicata dei prossimi giorni.

Visitiamo le località di Scai, Roccapassa e Rochetta, dove concludiamo le consegne di quanto richiesto dai colleghi che ci hanno preceduto. Stanchi, ma soddisfati per il servizio svolto, terminiamo alle 19. Si ritorna al B&B per una doccia calda prima di andare a cena e programmare i servizi delle prossime giornate.

eZ Publish™ copyright © 1999-2017 eZ Systems AS